Vittime di delitti di mafia nella Strip degli anni '70 e '80?

Mistero a Las Vegas, dal lago Mead in secca affiorano resti umani

Una settimana dopo il ritrovamento di ossa umane in un bidone, la polizia di Las Vegas è alle prese con una seconda macabra scoperta

Sabato scorso due sorelle di Henderson, un sobborgo di Las Vegas, stavano facendo paddle boarding sul bacino del fiume Colorado, duramente colpito dalla siccità, quando hanno avvistato delle ossa nella zona di Callville Bay. Lindsey Melvin, che ha scattato le foto del loro ritrovamento, ha detto che all'inizio pensavano fosse lo scheletro di un animale. Uno sguardo più attento ha rivelato invece che si trattava di una mascella umana. A quel punto hanno chiamato i ranger del parco e il National Park Service ha confermato che le ossa erano umane. Al momento la polizia di Las Vegas non ha aperto un'inchiesta per omicidio sul macabro rinvenimento. Un'indagine sarà avviata se le risultanze delle analisi autoptiche del coroner della contea di Clark indicheranno una morte sospetta, ha comunicato il dipartimento di polizia di Las Vegas.

La scoperta è avvenuta a una settimana di distanza dal ritrovamento di resti umani in un barile arrugginito trovato da alcuni escursionisti nel fango lungo la costa del lago formato dalla diga di Hoover tra Nevada e Arizona in un punto appena affiorato a causa del ritirarsi delle acque per la siccità. Il cadavere non è stato identificato ma la polizia ha confermato che si tratta del corpo di un uomo vittima di colpi di arma da fuoco, probabilmente tra la metà degli anni ‘70 e i primi anni ‘80. Gli investigatori hanno ipotizzato la datazione perché l’uomo indossava scarpe prodotte in quel periodo. Qualche giorno dopo, un secondo barile, questa volta vuoto, è stato trovato da una troupe dell’emittente locale KLAS-TV non lontano dal primo. Quanto basta per alimentare nuove storie sul crimine organizzato lungo la famigerata Strip, rinata alla fine degli anni ‘30 proprio grazie alla costruzione della diga Hoover e del bacino e alla legalizzazione del gioco d’azzardo.

Altri corpi saranno scoperti, ha pronosticato ad Associated Press Geoff Schumacher, vice presidente del Mob Museum, aperto nel 2012 come The National Museum of Organized Crime & Law Enforcement. "Penso che molti di questi saranno probabilmente vittime di annegamento. Ma un barile è la firma di un omicidio di mafia. Mettere un corpo in un barile. E a volte li buttavano in acqua".

Il lago Mead è il bacino artificiale più grande degli Stati Uniti. Alimentato dal fiume Colorado sta vivendo la peggiore crisi idrica da quando è stato creato, negli anni '30 del novecento. La siccità ha fatto scendere il livello dell'acqua a tal punto che la presa d'acqua potabile più alta che serve Las Vegas due settimane fa è affiorata in superficie costringendo l'autorità idrica regionale a passare a una presa più profonda per garantire il fabbisogno di della popolare città dei casinò con i suoi 2,4 milioni di abitanti e che vede ogni anno l'afflusso di 40 milioni di turisti.  Il Bureau of Reclamation degli Stati Uniti (l'agenzia federale che controlla lo sfruttamento delle risorse idriche) ha riferito che il lago è sceso a circa 1.052 piedi sul livello del mare (circa 320 metri), il più basso da quando è stato riempito nel 1937 dopo la costruzione della diga Hoover.

La carenza d'acqua del lago Mead con i suoi macabri effetti collaterali sono il risultato di una siccità che recentemente, uno studio pubblicato su Nature Climate Change ha definito la peggiore dell'ultimo millennio negli Stati Uniti Occidentali.