Immagini dal fronte

Battaglia per l'Isola dei serpenti: nuove foto satellitari mostrano i segni del conflitto

Nelle immagini satellitari diffuse da Maxar Technologies, tre aree bruciate che non erano visibili in precedenza.

Le nuove immagini satellitari fornite da Maxar Technologies, scattate il 21 giugno, mostrerebbero i danni inflitti all'Isola dei Serpenti dopo l'attacco che l'Ucraina afferma di aver sferrato per riprendere il controllo dello strategico lembo di terra sul Mar Nero conquistato dalle forze russe all'inizio del conflitto. Si possono osservare una torre distrutta all'estremità meridionale dell'isola e aree bruciate all'estremità settentrionale. 

Le forze armate ucraine hanno effettuato un intenso attacco alla guarnigione russa sull'isola dei Serpenti infliggendo "perdite significative". Lo hanno comunicato i militari di Kiev come riporta Ukrainska Pravda. "L'operazione militare continua e richiede il silenzio informativo fino al suo completamento", hanno spiegato da Kiev. In un post su Facebook, il comando operativo meridionale dell'esercito ha affermato di aver utilizzato "attacchi mirati con l'uso di varie forze" sull'isola. 

Ieri Mosca aveva dal canto suo affermato di aver respinto un "folle" tentativo delle forze di Kiev di riconquistare l'isola. La notizia dell'attacco sferrato contro l'isola è stata confermata dai media ucraini. Lo ha riferito il portavoce del ministero della Difesa russo, Igor Konashenkov. "Tredici droni, quattro missili Tochka-U e ventuno razzi Uragan sono stati colpiti a mezz'aria", ha affermato Konashenkov, "nessuno dei proiettili ucraini ha raggiunto il suo obiettivo sull'Isola dei Serpenti. Il fallimento dell'attacco ha costretto il nemico ad annullare uno sbarco sull'isola". 

L'isola dei Serpenti è diventata celebre nei primi giorni di guerra per la risposta sprezzante - 'russi andate a farvi f...' - data dai soldati ucraini che la difendevano. Catturati dalle forze russe, i soldati ucraini sono stati poi liberati grazie ad uno scambio di prigionieri. Oltre al suo valore simbolico, l'isola è strategica anche per la sua posizione al largo delle coste di Ucraina e Romania.