Sfida FdI-Pd

Il peso e il trend dei partiti nel Barometro Politico

Crescono Fratelli d'Italia e Partito Democratico, in calo Lega e Movimento 5 Stelle

Se ci si recasse oggi alle urne, Fratelli d’Italia sarebbe con il 23% primo partito, con un vantaggio di appena un punto sul Partito Democratico, attestato al 22%. Al terzo posto, al 15,2%, la Lega di Salvini. Gli effetti delle elezioni amministrative e la recente scissione pesano sul consenso del Movimento 5 Stelle, posizionato al 10,5%. Forza Italia ha il 7,3%, Azione il 4%, le altre liste restano al di sotto del 3%. 

È la fotografia scattata dal Barometro Politico dell’Istituto Demopolis. 

“La sfida per il primato nel voto per le Elezioni Politiche – spiega il direttore di Demopolis Pietro Vento – sembra riguardare oggi i partiti di Giorgia Meloni e di Enrico Letta che, sia pur in ruoli antitetici, sono maggiormente cresciuti negli ultimi mesi”. Rispetto al febbraio 2021, mese di nascita del Governo Draghi, FdI guadagna 6 punti, il PD 3 punti. Saldo negativo invece, con 8 punti in meno, per la Lega di Salvini, e per il M5S di Conte che ne perde quasi 6.  

Per un quarto dei cittadini, dopo la scissione voluta da Di Maio, la maggioranza che sostiene il Governo è oggi più salda, per il 33% non è cambiato molto rispetto ai mesi scorsi.

Come emerge dall’analisi dell’Istituto Demopolis, a preoccupare famiglie ed imprese, in vista dell’autunno, è soprattutto l’aumento dell’inflazione con la riduzione del potere d’acquisto: con il conflitto russo-ucraino destinato a prolungarsi, il 53% degli italiani ritiene che nei prossimi mesi possa verificarsi un peggioramento della propria situazione economica. 

In questo scenario, la voglia di elezioni anticipate risulta minoritaria: appena il 27% opterebbe per uno scioglimento delle Camere ed un ritorno alle urne a fine estate: quasi 2 italiani su 3, intervistati da Demopolis per il programma Otto e Mezzo, riterrebbero preferibile che il Governo Draghi andasse avanti sino a fine legislatura. 

Le posizioni di differenziano in base alla collocazione politica degli italiani. Favorevoli alla prosecuzione dell’esperienza di Governo si dichiarano il 95% degli elettori del PD e l’88% di chi scegli Forza Italia. Più tiepidi, anche se con numeri maggioritari, sono anche il 56% degli elettori della Lega e il 51% di chi vota il M5S. Di segno del tutto diverso l’opinione degli elettori di Fratelli d’Italia.