Immagini dal fronte

Bombe sul mercato Barabashovo a Kharkiv

Per il secondo giorno consecutivo i russi hanno colpito aree residenziali, strade e fermate dei mezzi pubblici della seconda città dell'Ucraina

Continuano senza tregua i bombardamenti su Kharkiv. Questa mattina i russi hanno colpito un'area densamente popolata della seconda città ucraina, uccidendo almeno tre persone e ferendone una ventina, con un bombardamento che ha colpito una moschea, una struttura medica e un'area commerciale, secondo quanto riferito da funzionari e testimoni presenti sulla scena.

La polizia di Kharkiv ha detto che bombe a grappolo hanno colpito il mercato di Barabashovo dove i fotoreporter di Associated Press hanno visto una donna piangere sul corpo del marito morto. Secondo quanto riferito da funzionari locali i bombardamenti hanno colpito anche una fermata dell'autobus, una palestra e una zona residenziale.

Il sindaco di Kharkiv, Ihor Terekhov, ha dichiarato che gli attacchi di giovedì hanno preso di mira una delle aree più affollate della città, che prima della guerra contava circa 1.4 milioni di abitanti: "L'esercito russo sta bombardando indiscriminatamente Kharkiv, aree residenziali pacifiche, i civili vengono uccisi. Fate attenzione!".

L'affermazione della polizia secondo cui bombe a grappolo avrebbero colpito il mercato di Barabashovo non ha potuto essere confermata in modo indipendente. I giornalisti dell'AP presenti sul posto poco dopo l'attacco hanno riferito di aver visto oggetti bruciati e un autobus colpito da schegge. Le immagini che vi proponiamo sono state scattate da Evgeniy Maloletka, uno dei fotoreporter che racconta dall'inizio la guerra, sue alcuni degli scatti che sono diventati simbolo del conflitto.

Il governatore della regione di Kharkiv, Oleh Syniehubov, ha dichiarato che quattro persone sono in gravi condizioni e che tra i feriti del bombardamento c'è anche un bambino.