25 storie e riflessioni per dare risposte oggi e nel futuro

“Lasciare traccia”, un instant book che racconta a cosa serve un lascito solidale

Un modo diverso di lasciare una traccia personale di noi adesso e nel futuro che verrà

 

Non sappiamo il suo nome ma quel sorriso vale più di mille parole. Ecco cosa fa il  Comitato Testamento Solidale. Aiuta a tornare a sorridere e risponde alle persone che hanno bisogno oggi e domani. Un modo solidale, concreto, umano nel senso più pieno del termine, attraverso cui scegliere di lasciare una traccia personale, oltre i nostri limiti di spazio e tempo, nella costruzione di un futuro migliore per le prossime generazioni.

Nell’instant book “Lasciare traccia”, sono state raccolte una serie di riflessioni e testimonianze sull’importanza del Terzo Settore e, in particolare, su quanto si possa fare attraverso un lascito solidale. Nello scenario completamente nuovo in cui ci troviamo a vivere, la fragilità e la limitatezza della vita umana - che pandemia e guerra ci ricordano ogni giorno - portano ad una preoccupazione e ad un senso di responsabilità verso il prossimo, soprattutto verso chi verrà dopo di noi. Una responsabilità che può trovare nel testamento solidale un grande strumento per offrire risposte concrete.

Come sostenuto da un numero crescente di studi italiani e internazionali, come il Piano di Azione per l’Economia Sociale dell’UE - adottato dalla Commissione Europea il 9 dicembre 2021 - le Organizzazioni del Terzo Settore hanno saputo individuare bisogni non colmati dalle altre istituzioni, sperimentando risposte spesso innovative e in tempi molto brevi. Secondo il Piano infatti “ogni giorno quasi 2,8 milioni di entità dell'economia sociale in Europa offrono soluzioni concrete e innovative alle sfide cruciali che stiamo affrontando.