La fuga della popolazione di Gaza verso il sud della Striscia

Negli scatti pubblicati dall'agenzia France-Presse. In una settimana 70 mila persone avrebbero lasciato le proprie case, molte a piedi

Nella giornata di venerdì 10 novembre Israele ha concesso sette ore di pausa dagli attacchi: migliaia di palestinesi si sono incamminati verso sud da Gaza City e altre località nel nord della Striscia per fuggire dai bombardamenti e dai combattimenti tra Hamas e le Forze di difesa israeliane (Idf). Secondo le agenzie Onu, dal 4 novembre, circa 70 mila persone si sarebbero mosse verso il Sud della Striscia, la maggior parte di queste a piedi. E dal 7 ottobre sarebbero 1,6 milioni le persone in fuga. Tuttavia i civili ancora intrappolati nel pieno della guerra risulterebbero ancora centinaia di migliaia.

Fotografie di MAHMUD HAMS / AFP