Morto a soli 38 anni l'attore Buddy Duress, star di "Good Time" accanto a Robert Pattinson

A rivelare la scomparsa dell'artista il fratello: sarebbe mancato a novembre per un arresto cardiaco provocato da un cocktail di farmaci

 L'attore statunitense Buddy  Duress (il vero nome era Michael C. Stathis), che ha recitato accanto  a Robert Pattinson nel thriller poliziesco dei fratelli Benny e Josh  Safdie "Good Time" (2017), è morto all'età di 38 anni.      

 

  Christopher Stathis, fratello di Duress, ha rivelato solo nelle ultime ore (martedì 27 febbraio 2024) alla rivista "People" che l'attore è  scomparso nel novembre 2023 per "un arresto cardiaco dovuto a un  cocktail di farmaci".        

 

Duress era nato a New York il 21 maggio 1985. Aveva fatto il suo  debutto come attore nel film dei fratelli Safdie "Heaven Knows What"  (2014), interpretato anche da Caleb Landry Jones e Arielle Holmes. In  "Good Time", Duress ha interpretato Ray, uno spacciatore che diventa  il compagno di Connie Nikas (Pattinson) nel tentativo di recuperare  una bottiglia di Sprite contenente acido.        

 

Oltre a "Heaven Knows What" e "Good Time", Duress ha recitato in film  come "Person to Person" (2017), "The Great Darkened Days" (2018),  "Beware of Dog" (2020), "PVT Chat" (2020), "Flinch" (2021) e "Funny  Pages" (2022). Duress ha lavorato in altri due progetti inediti: un  cortometraggio intitolato "Skull" e il primo lungometraggio di Jay  Karales, "Mass State Lottery", che uscirà quest'anno.     

 

   Il regista e sceneggiatore Jay Karales, noto professionalmente come  LowRes Wünderbred, ha reso omaggio a Duress su X/Twitter: "Quest'uomo  era un tesoro assoluto. Senza dubbio, Buddy Duress era una delle  persone più divertenti che abbia mai incontrato e le sue storie erano  impareggiabili. Ricordo di averlo visto in 'Good Time' nel 2017 e di  aver detto: 'Questo è ciò che il futuro della recitazione deve essere. Quel ragazzo'. Ha portato sullo schermo una certa autenticità e un  carisma che non si vedono più. Mi sento privilegiato per essere stato  il suo regista e il suo amico".