Caro carburanti

Via all'operazione "No Stop"

La Guardia di Finanza di Pescara ha avviato controlli a tappeto H24, 7 giorni su 7. Obiettivo combattere le speculazioni sui prezzi "alla pompa".

Via all'operazione "No Stop"
GdF Pescara
I finanzieri durante i controlli nei distributori di carburanti

Una campagna di controlli a tappetto H24, 7 giorni su 7, per combattere le speculazioni sugli aumenti del carburante. La Guardia di Finanza di Pescara ha dato il via all’operazione “NO STOP”, per intercettare eventuali condotte illecite a danno dei consumatori. Il presidio dei finanzieri di Pescara contro il “caro-carburante”, dunque, prosegue, dopo la maxi-operazione “Oro nero”, con cui è stata smantellata una enorme truffa di portata nazionale costata allo Stato 45 milioni di euro di IVA evase, su 207 mln di fatturato.

L’operazione della Guardia di Finanza vuole approfondire con indagini mirate l’esposto presentato dal Codacons presso 104 procure, in tutta Italia, al fine di fare luce sull’escalation senza freni delle tariffe “alla pompa”. Secondo l’associazione dei consumatori gli aumenti spropositati nulla hanno a che fare con la delicata situazione dell’Ucraina, perché i carburanti sarebbero stati acquistati mesi fa a prezzi sensibilmente inferiori. Intanto allo studio del Governo ci sono misure che puntano a tagliare le accise, che gravano su circa la metà del prezzo al distributore. In itinere anche interventi di tassazione degli extra-profitti delle imprese energetiche.

 

Antonio Caputo, Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Pescara