Il Pescara batte di misura il Grosseto

Positivo il debutto del neo tecnico Zauri. I biancazzurri si impongono 2a1 sul fanalino di coda

Il Pescara batte di misura il Grosseto
Serie C
Il gol di Clemenza

 

Il Pescara di Zauri debutta con un sofferto successo ai danni del fanalino di coda .Al sesto polemiche per un fallo subito da Zappella. Il direttore di gara lascia correre con la sfera che finisce tra i piedi di Mauceri che dal limite colplisce il palo tra l'ira generale. Poco dopo infatti  Zauri è costretto a rimpiazzare Zappella ( problemi alla spalla sinistra) con Cancellotti. I padroni di casa sbloccano il risultato al 14esimo. Il Grosseto sbaglia un gol fatto con Nocciolini, repentina ripartenza adriatica con  Ferrari bravo ad innescare D'Ursi. L'ex barese si invola verso il vertice sinistro dell'area superando Barosi con un chirurgico tiro a giro. Al 25esimo bel fraseggio Pontisso- Clemenza con quest'ultimo che lambisce il legno. I maremmani agguantano il pari al 28esimo. Su assist dalla verticale mancina di Maugeri non fallisce sotto rete, anticipando i difensori abruzzesi. Alla mezz'ora giallo pesante per il diffidato  De Risio: salterà Pistoia. I toscani ringalluzziti dal pari mettono alle corde il Delfino . Vantaggio sfiorato al 35esimo con Bruzzo e al 35esimo con il solito Nocciolini. Goal sbagliato, rete subita. Nel momento migliore toscano i biancazzurri scovano il raddoppio. Ferrari smista verso D'Ursi che sterza su un avversario prima di ridare la sfera a El loco che con un millimetro pallonetto infila in uscita Barosi. Al 13simo della ripresa ennesima giocata dell'ispirato D'Ursi. Il destro liftato è stornato in angolo. Al 26esimo percussione solitaria di D'Ursi che serve un cioccolatino per Ferrari. L'italo argentino spreca la ghiotta palla goal nell'area piccola. Al 35esimo lo shoot di Pompetti impegna severamente l'estremo difensore toscano. Al 37esimo goal annullato al subentrato Cernigoi pescato in off side sul comodo tap in. Al 46esimo Frascatore salva il Pescara anticipando Capanni sulla linea di porta. Al 46 clamoroso legno di Nocciolini. La dea bendata stavolta salva il Pescara nei minuti finali caratterizzati anche col clamoroso errore di Cernigoi che non capitalizza un cross di Diambo.