Sicurezza alimentare

Macellazione clandestina, sequestrati 150 capi ovini e 50 bovini

Operazione dei carabinieri del Nas nella Marsica. Controlli in tutto l'Abruzzo sulla filiera della carne in vista delle festività pasquali

Macellazione clandestina, sequestrati 150 capi ovini e 50 bovini
Tgr Abruzzo
Sequestro di ovini nella Marsica

Controlli ispettivi dei carabinieri del Nas lungo la filiera della carne. Particolare attenzione alle tipicità abruzzesi e alla produzione degli arrosticini che, vista la lievitazione dei costi di produzione e le difficoltà incontrate nel reperire carne ovina, poteva prestarsi a possibili fenomeni di macellazione clandestina e i connessi rischi per la sicurezza alimentare. In un’azienda agricola della Marsica i militari sono intervenuti mentre era in corso una macellazione condotta abusivamente peraltro in ambienti e locali fatiscenti. Dagli accertamenti immediatamente eseguiti, i carabinieri sono risaliti all’allevamento di origine, sottoponendo a vincolo sanitario 150 capi. Durante i controlli svolti in altri insediamenti zootecnici, sempre nella Marsica, i Nas affiancati dai veterinari della ASL, hanno bloccato 3 allevamenti bovini e hanno vietato la movimentazione di 50 capi, sino alla loro regolamentazione documentale ed all’esecuzione di prove analitiche e sierologiche per la necessaria profilassi di stalla.
Con l'occasione i carabinieri del Nas ricordano che è importante acquistare prodotti solo da rivenditori autorizzati, e nell’ambito di filiere ufficiali e controllate, per evitare di consumare carni di incerta provenienza e sottoposte a tecniche di allevamento e macellazione illegali, potenzialmente nocive per la salute umana.