"Stop Fake" agroalimentare

Sequestrate 6 tonnellate di agrumi

Arance e clementine spacciate per italiane, senza possibilità di verifica. L'operazione della GdF di Pescara rientra nell'ambito del piano "Stop Fake", in collaborazione con l'Ispettorato Centrale Tutela Qualità e Repressione Frodi

Sequestrate 6 tonnellate di agrumi
LCC
Agrumi

La Guardia di Finanza di Pescara ha sequestrato oltre 6 tonnellate di agrumi, privi di indicazioni sulla provenienza. L'iniziativa si è svolta nell'ambito del piano anticontraffazione "Stop Fake", avviato in collaborazione con l'Ispettorato Centrale della Tutela della Qualità e della Repressione Frodi. Arance e clementine venivano vendute come prodotte in Italia, ma senza alcuna possibilità di verificarne la reale provenienza. Solo nel 2020, secondo quanto apporta l'ICQRF, ci sono state 159 notizie di reato e 4.119 contestazioni amministrative, per un totale di 22 milioni di kg di merce sequestrata che sfiora un valore di oltre 21 milioni di euro.