Pescara ko a Lucca: addio terzo posto

Al Porta Elisa adriatici sconfitti 2 a 1: salva la faccia solo Ferrari

Pescara ko a Lucca: addio terzo posto
Tgr Abruzzo
L'allenatore del Pescara Gaetano Auteri durante una conferenza stampa

Il Delfino dice addio al terzo posto: l'inatteso ko di Lucca fa il paio con il successo del Cesena ai danni de l'Entella: cinque punti di distacco a sole 3 gare dal termine certificano il fallimento. Discutibili le scelte dell'allenatore. Al sesto il Pescara dilapida un goal fatto: marchiano errore del loco Ferrari che non capitalizza lo scaricalo laterale destro di Zappella: la palla va solo corretta di testa in rete, lui fallisce impatto e misura ! I rossoneri replicano al settimo con la sciabolata dalla distanza del temibile Visconti: Sorrentino, reduce dai fasti dell'under 20 azzurra, storna in angolo.  Al 26esimo rasoiata di Nanni dal limite: destro luciferino che solo per poco non battezza l'angolino.  Ad inizio ripresa Auteri azzarda le "due Torri" inserendo Cernigoi per il deludente Rauti lasciando però ancora in panchina Clemenza. Ma al 48esimo arrriva la doccia fredda con la rete dell'ispirato Visconti. Mannini dalla corsia sinistra scarica per il solissimo attaccante toscano che con un sinistro al volo beffa gli adriatici: ennesima topica stagionale in fase difensiva di un modesto Delfino che si consegna armi e bagagli agli avversari. Poco dopo giunge infatti il bis della Lucchese Servito in profondità, Belloni calcia  verso la porta: conclusione centrale e non irresistibile. Grave indecisione dell'imberbe Sorrentino che non trattiene la sfera. Al 55esimo accorcia il Pescara: Ferrari strattona forse in modo falloso il difensore toscano Minala prima di liberare il tracciante vincente mancino che sorprende il portiere Coletta! Auteri solo al 62esimo opta per l'ingresso di Clemenza che rileva l'abulico Memushaj. La Lucchese gestisce il finale di gara senza palpiti: lotta solo Ferrari che nel finale reclama un improbabilissimo penalty. Pescara brutto e maledettamente vero.