In serata la svolta

Sparatoria a Pescara: la Polizia ferma un uomo

E' stata una caccia all'uomo che si è conclusa in tarda serata con gli uomini della Questura impegnati sulle tracce di chi aveva sparato

Sparatoria a Pescara: la Polizia ferma un uomo
Tgr
Caccia all'uomo

E' stata una caccia all'uomo che si è conclusa in tarda serata con gli uomini della Questura impegnati sulle tracce di chi aveva sparato. L'uomo, di origine abruzzese, è stato intercettato dalle forze dell'ordine lungo l'autostrada A14, al confine con le Marche. Dopo il fatto era tornato in albergo prima di darsi alla fuga, prenotando una camera d'albergo con un nome di fantasia. L'uomo è stato condotto al commissariato per gli accertamenti di rito ed è atteso il suo arrivo nelle prossime ore a Pescara.

Intanto è ricoverato nel reparto di rianimazione del Santo spirito di Pescara il 23enne, dipendente di una rosticceria del centro, ferito dai colpi d'arma da fuoco sparati da un uomo, robusto con tuta sportiva di colore nero e testa rasata, oggi nel capoluogo adriatico, prima delle ore 15. L'uomo, raccontano alcuni testimoni, si sarebbe lamentato della lentezza del servizio e avrebbe dato un pugno al giovane cuoco, originario di Santo Domingo, poi gli ha sparato con una pistola di piccolo calibro. Il ragazzo ha cercato di ripararsi dietro al bancone del bar, è finito a terra ed è stato raggiunto alle spalle dai colpi di pistola. Il 23enne è stato soccorso dal personale del 118, ancora cosciente è stato trasportato all'ospedale di Pescara, è stato intubato e ricoverato in rianimazione. Al Santo spirito è finita anche una giovane che ha cercato di difenre il ragazzo, sotto shock per l'accaduto. Sul caso indaga la polizia di Pescara. 

Per capire che direzione abbia preso l'aggressore e per la sua identificazione sono risultate utili anche le immagini delle telecamere dell'impianto di video sorveglianza pubblico gestito dalla centrale operativa della polizia municipale, struttura inaugurata pochi mesi fa. L'apparato tecnico della municipale è stato messo subito a disposizione degli inquirenti, ha confermato Carlo Masci, sindaco della città adriatica.

Il comunicato della Questura

A seguito di incessanti attività di indagini, successive al tentato omicidio di un giovane di origine dominicane, di anni 23, presso un locale di piazza della Rinascita, la Squadra Mobile di Pescara raccoglieva concreti elementi di responsabilità a carico di un giovane di 29 anni, di origine abruzzese, emigrato all'estero. Il figuro braccato dagli agenti di Polizia, nel corso del pomeriggio, dopo essersi rifugiato presso alcuni parenti in questa regione, a bordo di un taxi si dirigeva sull'autostrada Adriatica, in direzione Nord.
Grazie alla complessa attività di ricerca coordinata dalla questura di Pescara che vedeva l'interessamento delle questure di Fermo, Ancona e Pesaro, nonché dei Compartimenti di Polizia Stradale dell'Abruzzo e delle Marche, il prevenuto veniva bloccato all'interno dell'area di servizio Metauro, in provincia di Pesaro e Urbino, secondo procedure investigative finalizzate all'intervento in sicurezza per salvaguardare l'incolumità del conducente del taxi, e degli avventori presenti nell'area di servizio. Infatti, gli investigatori di Pescara, rintracciavano telefonicamente il tassista mantenevano il contatto al fine di operare un intervento in sicurezza evitando che lo stesso venisse preso come ostaggio.
Gli agenti della Polizia Stradale intervenuti, poi supportati dagli agenti delle Squadre Mobili sopracitate, a seguito di perquisizione, sequestravano una pistola semiautomatica che i prossimi accertamenti valuteranno se compatibile con quella utilizzata per l'efferato delitto. Il soggetto è ancora trattenuto presso gli uffici della Polizia Stradale per gli accertamenti di competenza.
Il Procuratore della Repubblica dr. Giuseppe Bellelli ed il Sostituto Procuratore dr.ssa Rapino, nella giornata odierna, valuteranno le fonti di prova raccolte dagli uomini del Questore Luigi Liguori al fine di verificare l'effettivo coinvolgimento dell'arrestato nel grave fatto criminoso.

L'uomo è sottoposto a fermo di polizia giudiziaria per il tentato omicidio e il porto dell'arma.