Piano D'Orta, l'inquinamento è superiore a quanto previsto

Oltre i limiti di legge arsenico, cadmio, cobalto, piombo, rame, zinco e ceneri di pirite, residui di produzione industriale. I dati emergono dalla caratterizzazione di 155 tonnellate sulle 285 di rifiuti nell'area pubblica di via Anelli

Piano D'Orta, l'inquinamento è superiore a quanto previsto
Tgr Abruzzo
Il sito della ex Montecatini, a Piano D'Orta

Inquinamento più grave del previsto nel sito ex Montecatini, a Piano d'Orta di Bolognano. Oltre i limiti di legge arsenico, cadmio, cobalto, piombo, rame, zinco e ceneri di pirite, residui di produzione industriale. 

I dati emergono dalla caratterizzazione di 155 tonnellate sulle 285 di rifiuti nell'area pubblica di via Anelli. I lavori di rimozione degli inquinanti sono iniziati il 16 marzo. Il Comune di Bolognano è pronto a chiedere l'estensione della perimetrazione del sito. 

“Ho inviato i risultati delle analisi anche all'assessorato regionale alla Salute perché l'allarme è elevato e i casi di malattie gravi e di forme di allergie cutanee che continuano a colpire i cittadini di Piano d'Orta meritano attenzione subito”, ha detto il capogruppo di FdI in Consiglio regionale, Guerino Testa, nella conferenza stampa convocata per fare il punto sui lavori di rimozione.

“ I riscontri ottenuti sono preoccupanti e non si può escludere la contaminazione anche delle falde acquifere. Per questo il Comune ha comunicato al ministero per la Transizione
Ecologica la disponibilità a eseguire ulteriori accertamenti in contradditorio con ARTA Abruzzo”, ha aggiunto il tecnico nominato dall'amministrazione comunale, il geologo Giovanni Ciccone.