Pirotecnico pari del Pescara

Finisce 3 a 3 la gara di andata dei playoff contro la Feralpi Salò. Servirà un successo in Lombardia

Pirotecnico pari del Pescara
Tgr Abruzzo
Curva dello stadio Adriatico-Cornacchia

Pari interno pirotecnico allo stadio adriatico cornacchia: solo un successo esterno giovedi sera a salo' consentire al delfino di passare il turno. L'avvio era stato promettente per l'undici di Zauri che rompeva il ghiaccio al sesto grazie a memushaj che sfruttava il corner battuto da pontisso. Un errato disimpegno dell'albanese e il successivo fallo di nzita consentivano ai bresciani di ottere un insidioso calcio piazzato al 21esimo. Sullo scarico da palla inattiva arriva la deviazione aerea di spagnoli che beffa sorrentino. La feralpi salo' innesta le marce alte ad inizio ripresa. Al quinto passa in vantaggio grazie ad un eurogoal dell'ispiratissimo di molfetta. Destro a giro all'incrocio all'altezza dal vertice sinistro dell'area di rigore. I lombardi provano a mettere in ghiaccio il risultato triplicando al 15esimo. Ennesima disattenzione abruzzese su palla inattiva. Dalla bandierina il solito di molfetta pesca legati che anticipa la svagata linea adriatica. Zauri getta nella mischia cernigoi, sostituendo un impalpabile ferrari: sara' la mossa decisiva per mutare il destino del match. Il perticone prima accorcia le distanze al 18esimo grazie ad una azione personale che getta scompiglia in area avversaria, poi di sponda da la stura al tap-in aereo di rauti, capitalizzando il cross dal fondo operato da zappella dalla verticale di competenza. Finale al cardiopalma con la squadra che non sfrutta 2 cioccolatini dell'imberbe delle monache, subentrato all'ex granata rauti. nota a margine: in terra bresciana Zauri sara' privo degli squalificati pompetti e de risio. Centrocampo ex novo a salo'.