I segreti del caso Zaniolo

La Roma lo ha messo sul mercato, non è ritenuto indispensabile da Mourinho, ma chiede 40 milioni. Braccio di ferro con l'entourage

I segreti del caso Zaniolo
Ansa
Nicolò Zaniolo

Ha realizzato il goal dell'anno, regalando a Mou e alla capitale dal cuore giallorosso un insperato trofeo continentale, ma Zaniolo ha già pronte le valige. La Roma lo ha messo sul mercato, comunicandolo due mesi fa al suo agente Claudio Vigorelli. L'ex interista non si e' messo le mani nei capelli (meglio chiarirlo) anche lui preferirebbe cambiare aria. Quindi sul divorzio pareri convergenti, meno sulla modalità. Il ds romanista parte da una base d'asta di 40 milioni: forse troppi per un tesserato vicinissimo alla scadenza naturale del contratto (2024). Il fantasista guadagna 2,5 netti a stagione e punta a migliorare sensibilmente la sua busta paga. Vigorelli, preso atto della volontà giallorossa, ha già intavolato colloqui ma considera eccessiva la valutazione del cartellino. Juve e Milan sono assolutamente interessate alla classe di Nicolò, ma non intendono soddisfare i "desiderata" di Thiago Pinto. Nel frattempo ci arrivano smentite da Casa Milan su una prima offerta formulata alla Roma (25 milioni di euro più il cartellino di Alexis Saelemaekers). Il Diavolo non ha ancora chiamato Thiago Pinto, ha solo discusso più volte con lo scafato Vigorelli (ex agente di Samuel Eto'o). Maldini lo vedrebbe bene nel nuovo Milan, nel frattempo studia un elemento con le stesse caratteristiche di Zaniolo (secondo lo scouting rossonero): il belga De Ketalaere del Bruges (costa 30 milioni e piace anche a club di premier). Sul romanista gravita da 2 anni a fari spenti la vecchia signora. Dai pizzini di Paratici (ricordate? li lasciò sul tavolo di un ristorante: era la lista dei futuri acquisti bianconeri) ai messaggini telefonici del suo erede Cherubini che bracca come un lupo l'anguilla Vigorelli. Ma in questo momento i cisalpini non possono fare un investimento simile. Dovrebbero prima ripulire l'argenteria di casa (Rabiot, Mckennie, Ramsey) prima di pensare ad un nuovo gingillo. Allegri (garantito) lo vedrebbe esterno di un tridente completato da Chiesa e Vlahovic. 

Sullo sfondo sussurri e grida anche da Napoli, con De Laurentiis sempre interessato a giovani pronti ad elargire future plusvalenze. Due giorni fa Adl si è casualmente incrociato con Vigorelli in un hotel meneghino ma non si è parlato di Zaniolo (garantito anche questo). Ci aveva già pensato il ds azzurro Giuntoli col classifico "vi faremo sapere". Un refrain molto gettonato negli ultimi tempi in Italia. Della serie "bambole non c'e' una lira". Fino alla prossima follia.