Calciomercato

Juve in pressing su Zaniolo

Vertice milanese tra Juve e Roma per il fantasista giallorosso. Accordo ancora in alto mare

Juve in pressing su Zaniolo
RAISPORT
Nicolò Zaniolo

Zaniolo-Juve: pista reale e non giornalistica. Lo abbiamo scritto e anticipato mesi fa, nonostante l'etere capitolino desse a due passi la riconferma, smentendo quei cattivoni di giornalisti non allineati che invece si limitavano a descrivere lo stato delle cose, conoscendo bene la realtà. Zaniolo intende chiudere la sua esperienza romanista: non si sente da tempo al centro del progetto e non ha certo gradito passare in terza fila quando si è discusso di rinnovi. A Pellegrini e Mancini (a breve anche Cristante, che piace al Tottenham di Conte e Paratici) è stata data priorità; all'agente di Zaniolo (Vigorelli) è stato chiesto più volte di pazientare, anche questa settimana nel vertice di Milano. La Roma intende monetizzare l'addio per migliorare il bilancio, Vigorelli a sua volta ha proposto il suo assistito a Juve e Milan puntando ad incassare il doppio dello stipendio che percepisce nella capitale. Il Diavolo ha preso tempo: valuta Ziech e De Kateleare, non solo l'azzurrino. Al contrario la juve, delusa dai tentennamenti del gaucho Di Maria, sembra fare sul serio. Allegri stravede per Zaniolo: esterno potenziale di un tridente mica male (lui, Vlahovic e Chiesa). Non a caso ha incrociato il ds giallorosso Tiago Pinto a Milano per un primo faccia a faccia dopo aver incassato l'assenso di Vigorelli su stipendi e bonus (offerti 4 milioni indicizzati a stagione fino al 2027, incentivi inclusi). Il club giallorosso continua a chiedere tra i 50 e i 60 milioni di euro, mentre la Juve pensa a due possibili proposte. La prima è uno scambio, provando ad inserire il cartellino di un giocatore in esubero come Arthur che piace tanto a Mourinho. La seconda, invece, è quella di proporre un prestito oneroso (10 milioni di euro) con riscatto obbligatorio tra 12 mesi (30/40 milioni). Trattativa ai primissimi vagiti, ma si inizia a sentire l'eco delle prime urla.