Roma, conti in rosso

I Friedkin costretti a cedere almeno un big per salvare il bilancio: Zaniolo il maggior indiziato

Roma, conti in rosso
Ansa
José Mourinho

Per la Roma è l'ora dei conti: fino ad oggi la proprietà ha speso quasi 549 milioni compresi i 199 per l'acquisto del club. La Uefa ne ha già chiesti quasi 100 per l'ennesima ricapitalizzazione in vista dei rigorosi parametri del fair play. Non basteranno i premi della Conference League, nè i 35 che arriveranno a giugno dai riscatti obbligati. Servirà una cessione eccellente per evitare l'ennesimo passivo di bilancio. Già individuato il nome del big che lascerà la capitale. All'uscio di porta c'e' Nicolo' Zaniolo: la scelta è stata già fatta con l'assenso di Mourinho. La Juve si è già portata avanti ma non intende assolutamente versare i 60 milioni che chiede Tiago Pinto. Il fantasista vanta solo 2 anni di contratto e la Roma non può chiedere la luna. 30 milioni più 10 di bonus base d'asta iniziale per trattare con i giallorossi. Allegri sogna un tridente Zaniolo, Vlahovic, Chiesa, con l'azzurrino esterno destro. Va evitato l'inserimento del Milan. Maldini stravede per Nicolo' ma l'operazione sarà fattibile solo con l'inserimento di una contropartita tecnica: il diavolo pronto a girare Rebic, non esattamente il massimo per Mourinho.