Tornano in mare i pescherecci, ma non si placa la protesta

Martedì si riunirà la conferenza Stato-Regioni per discutere le misure di sostegno degli armatori

Tornano in mare i pescherecci, ma non si placa la protesta
TGR Abruzzo
Pescherecci

Nuovo stop allo sciopero dei pescherecci in Adriatico che prosegue da tre settimane contro il caro gasolio. 

Lunedì e mercoledì prossimi si torna in mare dopo la decisione assunta ieri pomeriggio dalle marinerie Abruzzo, Puglia, Marche e Molise riunite nel mercato ittico di Civitanova. Un confronto serrato tra 200 armatori e pescatori che torneranno ad incontrasi la prossima settimana. 

Martedì le imbarcazioni resteranno di nuovo in porto nel giorno della riunione della conferenza Stato regioni che discuterà proprio le misure di sostegno alla marineria.

"Speriamo che arrivino risposte dal governo perché il gasolio continua a crescere", dicono gli armatori abruzzesi pronti insieme ai colleghi delle altre regioni adriatiche a proseguire lo sciopero serrando ancora gli ormeggi dei pescherecci.