Continua il braccio di ferro fra governo e gruppo Toto

Ancora diatribe per la concessione delle autostrade A24 e A25. La società abruzzese smentisce il ministro Enrico Giovannini che in una intervista aveva affermato che Strada dei Parchi chiede circa 2,5 mld di euro per interrompere anticipatamente

Continua il braccio di ferro fra governo e gruppo Toto
Tgr
Autostrade abruzzesi

Continua il braccio di ferro fra governo e gruppo Toto sulla concessione delle autostrade A24 e A25. La società abruzzese ha smentito il ministro Enrico Giovannini, che in un'intervista aveva affermato che Strada dei Parchi chiede un indennizzo, circa 2,5 mld di euro per uscire anticipatamente, e che il piano economico finanziario proposto dal gestore è stato respinto dal Cipess, il comitato per la programmazione economica. Piano - scrive Strada dei Parchi - predisposto sulla base delle indicazioni ministeriali e non certo del Gestore.  Gestore che - prosegue la nota - aveva già manifestato il proprio dissenso, sottolineando anche che gli aumenti tariffari per l'utenza sarebbero stati insostenibili.