Dybala ottavo Re di Roma

Blitz della Roma che nel fine settimana supera la concorrenza. Tre anni di contratto con opzione per la quarta stagione

Dybala ottavo Re di Roma
Tgr
Dybala alla Roma


Non sarà Milano la darsena del redivivo Dybala ma la capitale. Non si affiderà alle ripartenze del piacentino Inzaghi, ma al gioco verticale dell'ex interista Mourinho, uno che riesce a ottenere ciò che vuole quando ci si mette. Ha vinto tutto e da oggi sul tatuaggio che celebra le sue coppe potrà aggiungere anche il faccino da eterno Peter Pan del Gaucho. Una trattativa condotta sul filo delle parole una volta tanto: a farla da padrone non gli euro ma le ambizioni. La prima telefonata del sempiterno Mou all'argentino fu tutto un programma: " vuoi vincere il pallone d'oro ?  '". Frasario tipico del rabdomante cattura-sogni. Al resto ha pensato l'Inter che dopo aver riportato a casa Lukaku ha parcheggiato nel garage del calciomercato l'ex idolo della curva juventina. " Vi faremo sapere", piu' o meno cosi' lo slang usato dal razionale Marotta: Dybala trattato come un precario di un call center. A quel punto l'istrionico Mourinho ha provato a trasmettere un minimo sindacale di amor proprio, di cui lui è l'indiscusso proprietario. meglio fare il verso a chi aspetta Godot o tuffarsi nel recinto della storia e provare a diventare l'ottavo Re di Roma dopo che il dioscuro Totti ha deposto la corona? Nel fine settimana c'è stata l'accelerata decisiva, napoli sopraffatto dal rombo dei motori. De Laurentiis non aveva mai affondato il colpo, frenato da dubbi fisici e bloccato dai soliti diritti d'immagine. 3 anni di contratto con l'opzione per il quarto più una clausola rescissoria di appena 20 milioni. Cavallo di Troia della trattativa. Dybala ha abbassato la parte fissa ( da 6 a 4,5 e spiccioli), gli agenti le rispettive commissioni ( meno di 5 milioni) ma almeno sulla clausola la Roma ha dovuto cedere. Mourinho intanto si gode il Gaucho. Va capito se farà lo stesso anche con zaniolo o lo lascerà andare alla Juve. Ai posteri e al mercato l'ultima parola.