Pescara

Il treno bianco Unitalsi

Sosta e flash mob per la pace alla stazione centrale per il treno bianco dell'Unitalsi che attraversando l'Italia raggiungerà il santuario di Lourdes. A bordo disabili e accompagnatori partiti da Taranto.

Il treno bianco Unitalsi
RAI
Uno scambio ferroviario

Dopo essere partito da Taranto, il treno bianco con a bordo 421 tra persone con disabilità, ammalati, famiglie e volontari, ha fatto tappa alla stazione centrale di Pescara. Proseguirà il viaggio per raggiungere la grotta di Massabielle a Lourdes, uno dei santuari più visitati al mondo. Il viaggio con il convoglio speciale, messo a disposizione da Trenitalia, è organizzato dall'Unitalsi che da decenni, ormai, si occupa del trasporto dei pellegrini verso le mete di culto. L'iniziativa torna dopo quasi tre anni di stop a causa dell’emergenza pandemica. 

Tema del pellegrinaggio mariano è “Live for peace”, per promuovere e sensibilizzare la comunità nel compiere piccoli gesti concreti a supporto dell’Ucraina. Oltre a sventolare le bandiere della pace, nella sosta di Pescara, così come in quelle nelle altre stazioni (Bari, Ancona e Rimini) è stato effettuato un flash mob organizzato dai volontari Unitalsi con colonna sonora “Peace and love”, il nuovo singolo di Francesco Gabbani.