La Cgil denuncia altri esuberi alla Magneti Marelli

Secondo il sindacato il taglio riguarderebbe 60 lavoratori

La Cgil denuncia altri esuberi alla Magneti Marelli
TGR Abruzzo
Stabilimento Magnati Marelli Sulmona

Ci sarebbero altri 60 esuberi dopo 21 uscite complessive, 14 con incentivo e 7 con contratto di espansione. Lo sostiene la Fiom Cigl dell'Aquila dopo un incontro con l'azienda. Il dato sui volumi, per il sindacato, evidenzia un progressivo calo che sarà solo parzialmente recuperato nel corso del secondo semestre dell'anno ma comunque confermando l'andamento negativo rispetto agli anni precedenti.
"Se da un lato la commessa per lo stabilimento in Polonia viene descritta come una opportunità, dall'altro va osservato innanzitutto che non è aggiuntiva, ma va a compensare una flessione della commessa Sevel, e che, per il sindacato, di fatto va a creare i presupposti per altra perdita di manodopera".