Roccacasale, acqua vietata

Il sindaco del comune peligno ha firmato una ordinanza che impedisce l'uso dell'acqua potabile a fini alimentari

Roccacasale, acqua vietata
tgr Abruzzo
La crisi idrica ha spinto diversi comuni a chiudere le fontane pubbliche

 

 A Roccacasale, in Valle Peligna, con ordinanza sindacale è stato vietato, da oggi, l'uso di acqua potabile, con effetto immediato e fino a nuovo ordine, sia per consumo che per scopi alimentari. L'acqua è utilizzabile solo per l'igiene personale e per usi domestici. L'ordinanza,  disposta dal sindaco di Roccacasale, Enrico Pace, a seguito delle analisi  dell'Agenzia regionale per la tutela ambientale (Arta) e l'Azienda sanitaria locale (Asl), dopo che i tecnici hanno riscontrato 2 valori non conformi alla norma.  Si stima che entro martedì i valori dell'acqua torneranno alla normalità.