E' accaduto a Scoppito ieri dopo le 22

Investito e ucciso da un'auto pirata

La vittima è Giuseppe Coalaiuda, 54 anni, assistente capo della Polizia penitenziaria. e' deceduto nell'impatto per i gravi traumi riportati. L'investitore si era dato alla fuga, ma è stato rintracciato. E' un 42enne di Sassa con precedenti per droga

Investito e ucciso da un'auto pirata
RAI
Un'ambulanza del 118

Un uomo di 54 anni, Giuseppe Colaiuda, assistente capo della Polizia penitenziaria, e' morto dopo essere stato investito da un'auto pirata a Scoppito, comune a ovest de L'Aquila. L'incidente ieri dopo le 22. Colaiuda e' stato investito mentre era a piedi ed e' morto sul colpo per i gravi traumi riportati. L'uomo alla guida dell'auto, un 42enne residente nella frazione aquilana di Sassa, si e' dato alla fuga, ma e' stato rintracciato dopo una caccia all'uomo. Il conducente e' noto alle forze dell'ordine per precedenti legati allo spaccio e consumo di sostanze stupefacenti. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Nucleo operativo e della stazione di Sassa per i primi rilievi e i sanitari del 118, ma per Colaiuda non c'era più nulla da fare