Stop alla pesca dal 16 agosto

Pescherecci ormeggiati nei porti fino al 21 settembre. Il fermo cade in un momento difficile per le marinerie a causa del caro gasolio

Stop alla pesca dal 16 agosto
Tgr Abruzzo
Il porto di Pescara

Scatterà il 16 agosto in Abruzzo il fermo pesca con il blocco delle attività delle marinerie nel tratto centrale dell'Adriatico, da San Benedetto a Termoli. I pescherecci resteranno ormeggiati nei porti fino al 21 settembre. Il resto delle marinerie - dal Friuli Venezia Giulia al Veneto, dall'Emilia Romagna fino a parte delle Marche e della
Puglia -sono ferme dal 30 luglio. Lo stop cade in un momento difficile per il comparto a causa del caro gasolio.
Nonostante l'interruzione dell'attività delle marinerie sulle tavole delle regioni interessate - precisa Coldiretti Impresapesca - sarà comunque possibile trovare prodotto italiano, dal pesce azzurro al pesce spada, dalle vongole e dalle cozze provenienti dalle barche della piccola pesca alle orate e spigole dell'acquacoltura.
Il consiglio è quello di verificare bene le informazioni in etichetta sui banchi di pescherie e supermercati, ma per assicurare una maggiore trasparenza sarebbe necessario arrivare all'etichettatura obbligatoria dell'origine anche al ristorante.