Verso il voto , fuori sette liste su otto

Sinistra Italiana Verdi, è l'unica delle 8 liste, 5 alla Camera e 3 al Senato, ammessa dagli uffici elettorali della Corte di Appello dell'Aquila che hanno presentato ricorso in Cassazione. Bocciate tutte le altre.

Verso il voto , fuori sette liste su otto
LCC
L'aula della Camera dei Deputati

Delle 8 liste di candidati in Abruzzo (5 alla Camera e 3 al Senato) escluse dagli uffici elettorali della Corte di Appello dell'Aquila che hanno presentato ricorso in Cassazione, l'unica ad essere ammessa alle elezioni politiche del 25 settembre prossimo è stata quella, alla Camera, di Alleanza Sinistra e Verdi. Bocciate tutte le altre che si sono rivolte alla Suprema Corte. Si tratta di Pensiero e Azione polo delle partite IVA, Mastella Noi di centro europeisti, Forza Nuova Apf e Partito Animalista alla Camera, e di Pensiero e Azione, Destre Unite e Partito animalista al Senato. C'è un ulteriore ricorso da definire: oggi, infatti, all'ufficio elettorale del Senato è giunta l'opposizione all'esclusione da parte dei Gilet arancioni. La Cassazione si dovrebbe pronunciare domani. Da fissare la data del sorteggio per la posizione nella scheda elettorale, che potrebbe svolgersi nella giornata di giovedì. alla Camera, dunque delle 23 liste presentate ne corrono 16, al Senato su 22 ne sono in gara 15. Con quella di Gilet arancioni sub iudice.