Bambina morta per il crollo dell'altalena, tre indagati

Inchiesta della Procura sulla tragedia nell'oratorio. Avvisi di garanzia al vicesindaco di Avezzano Domenico Di Berardino, al parroco di San Pelino, don Antonio Allegritti e al tecnico comunale Antonio Ferretti. L'ipotesi è omicidio colposo

Bambina morta per il crollo dell'altalena, tre indagati
Tgr Abruzzo
Il luogo della tragedia a San Pelino

La tragedia della dodicenne morta nel crollo dell'altalena nell'oratorio della parrocchia San Pelino ad Avezzano. Nell'inchiesta aperta dalla Procura ci sono tre indagati: il vicesindaco Domenico di Berardino, il parroco, don Antonio Allegritti e il dirigente comunale Antonio Ferretti. Un atto dovuto a tutela degli stessi indagati. L'ipotesi di reato è omicidio colposo. Documenti sono stati acquisiti dai carabinieri sia nella parrocchia di San Pelino sia negli uffici comunali. L'inchiesta dovrà fare chiarezza su chi sia responsabile della gestione del parco e della manutenzione.
La bambina è stata colpita alla testa da una trave di legno dell'altalena poggiata in modo rudimentale su due tronchi di pino. La Procura ha disposto accertamenti medico legali sul corpo della piccola, figlia di una coppia di albanesi, che trascorreva il tempo libero nell'oratorio. L'incarico sarà affidato oggi all'anatomapatologo Cristian D'Ovidio.