Lanciano, tre donne ai domiciliari

Usura, imprenditrice si ribella

Interessi fino al cinquemila per cento per un prestito di poche centinaia di euro. Gli arresti eseguiti dalla Polizia

Usura, imprenditrice si ribella
Tgr Abruzzo
Volante della Polizia

Accusate di usura, tre donne sono state arrestate e poste ai domiciliari dal personale del commissariato di Lanciano. Secondo le indagini della polizia le indagate avrebbero vessato a lungo una giovane imprenditrice di  Lanciano, con richieste a sfondo estorsivo. In cambio del denaro prestato avrebbero preteso, con rigoroso rispetto dei tempi, un tasso d'interesse mensile che in alcuni casi toccava il cinquemila per cento. Minacciata dell'incendio delle proprietà e di ritorsioni di fantomatici strozzini, la vittima, sotto stress, ha dovuto ricorrere a cure mediche.