Il Pescara vince a Monopoli

Vergani e Desogus firmano il rilancio adriatico dopo 3 sconfitte cosnecutive

Il Pescara vince a Monopoli
Tgr Abruzzo
Pescara Calcio


Il Pescara non guarda indietro avendo già risposte nel presente. Colombo conosceva la strategia mentale: nell'ottimismo c'è magia. Interrotto il digiuno di punti e l'ansia da prestazione proprio nella sua Monopoli. Crotone ora distante 4 punti. Al secondo di gioco il Delfino scaccia subito le vie le streghe, ripulendo l'anima. Ripartenza ficcante del pendolino sardo Desogus, bravo ad irretire l'avversario: l'esterno strappa sulla verticale sinistra prima di servire un invitante cioccolatino al risoluto Vergani, cecchino di giornata, lesto a capitalizzare lo stracomodo tap-in. Al sesto positiva transizione adriatica conclusa con una sciabolata di Mora che solo per poco non inquadra lo specchio. Al 2oesimo Manzari ci prova con un insidioso tiro cross sul quale ci mette una pezza Boben che in scivolata anticipa Fella. Al 36esimo gli abruzzesi scovano il raddoppio ancora grazie allo spiritato Desogus. Il sardo è innescato da Aloi, euclideo dalla trequarti col suo compasso, il virgulto addomestica la sfera sulla fascia avviandosi sul lato corto mancino dell'area, sterza su De Santis e incrocia in diagionale, rompendo il ghiaccio in campionato. Prova a dilagare il Delfino che all'83esimo spreca il tris con Cuppone. Vassallo all'87esimo accorcia invece le distanze elargendo un palpitante finale alla gara. L'unica nota stonata è rappresentata dall'infortunio subito dal portiere Plizzari al 78esimo, uscito in barella e trasportato subito dopo al nosocomio pugliese per accertamenti.