I crolli per il sisma 2009

La responsabilità per i crolli degli edifici

Per la morte di una studentessa nel crollo della Casa dello studente condanna a risarcire la famiglia per la Regione, l'Azienda per il diritto agli studi universitari e per i tecnici intervenuti nelle ristrutturazioni dell'edificio.

La responsabilità per i crolli degli edifici
Tgr Abruzzo
L'Aquila, protesta "Le vittime non hanno colpa"

A L'Aquila nuova sentenza civile per uno dei tanti crolli del terremoto 2009. Stavolta riguarda quello della Casa dello studente. Condannati al risarcimento dei danni  la Regione, l' Azienda per il diritto agli studi universitari e i tecnici che si sono susseguiti nella ristrutturazione dell'edificio. Il risarcimento era stato chiesto dai familiari di una studentessa morta nel crollo della struttura. Nessun accenno stavolta  alla corresponsabilità delle vittime, come invece avvenuto nella sentenza del 9 ottobre scorso per il crollo di via Campo di Fossa, quella che è tristemente passata alle cronache come la “sentenza choc”. Un vero e proprio cambio di rotta del nuovo giudice civile Baldovino De Sensi che ha sostituito al tribunale de L'Aquila la collega Monica Croci passata al penale. La sentenza per la Casa dello studente ribadisce come il terremoto non sia stata l'unica causa del crollo, le responsabilità vanno addebitate anche a vizi progettuali e di manutenzione. Per quanto riguarda il crollo della palazzina di via Campo di Fossa è attesa entro febbraio una nuova sentenza civile per uno stralcio del procedimento principale.