Sulmona

Morto in carcere, indagine della Procura

Omicidio colposo. E' l'ipotesi della Procura per il decesso nella sezione alta sicurezza del carcere di Sulmona di Pietro Guccione, detenuto di 62 anni

Morto in carcere, indagine della Procura
TGR Abruzzo
Il carcere di Sulmona

 

Un fascicolo con l'ipotesi di omicidio colposo è stato aperto dalla Procura della Repubblica di Sulmona sulla morte nella sezione di alta sicurezza del carcere di Pietro Guccione, 62 anni. Ritenuto associato al clan mafioso di Pagliarelli a Palermo e definito detenuto modello, avrebbe finito di scontare la pena nel 2026. L'uomo ha avuto un malore mentre confezionava in un laboratorio le pigotte, bambole di pezza destinate alla vendita per beneficenza. Secondo il legale della famiglia, che presnetato un esposto, per tre volte nei giorni scorsi Pietro Guccione si sarebbe recato nell'infermeria del carcere per dolori a una spalla e a un braccio. Disposta l'autopsia che sarà eseguita dal medico legale Ilvo Polidoro.