Montagna

Precipita sulla Maiella. Grave 31enne indiano

Grave un escursionista precipitato per 200 metri lungo il traverso di Fonte Ghiacciata. Sul Gran Sasso recuperati due escursionisti senza attrezzatura e abbigliamento adeguati

Precipita sulla Maiella. Grave 31enne indiano
Ansa
Elisoccorso

In volo nel vuoto lungo il traverso di Fonte Ghiacciata, che si trova sul sentiero verso il bivacco Fusco, sul massiccio della Maiella. E’ ricoverato in gravi condizioni il 31enne di origine indiana vittima di un incidente mentre, con ramponi e picozza, saliva lungo il sentiero ghiacciato a quota 2.500 metri. E’ scivolato per circa 200 metri finendo su un salto di roccia di 20 metri, precipitandone alla base. L’uomo, salito sulla Maiella da solo, si era unito ad altre persone: alcuni compagni di scalata hanno subito allertato i carabinieri e il 118, attivando il protocollo dei soccorsi in montagna. I soccorritori hanno raggiunto il ferito a bordo dell’elisoccorso decollato da Pescara e lo hanno trasportato al Santo Spirito, dove è ricoverato in terapia intensiva, in coma, a seguito del trauma cranico e delle fratture multiple riportate. 

Ma questo non è stato l’unico intervento del Soccorso Alpino nel giorno della Befana: sul versante aquilano del Gran Sasso recuperati due escursionisti bloccati lungo un sentiero. Si erano incamminati senza attrezzatura né abbigliamento adatto. Il presidente del Soccorso Alpino e Speleologico d'Abruzzo, Daniele Perilli, invita tutti coloro che frequentano la montagna a prestare la massima attenzione, senza farsi ingannare dalla mancanza di neve. Il ghiaccio, infatti, può essere ancora più insidioso. 

“Ricordiamo – continua Perilli - che la montagna è un ambiente pericoloso dove le condizioni meteo tendono a peggiorare rapidamente. Non si va in montagna senza vedere prima le previsioni del tempo, non si parte la mattina tardi e sicuramente bisogna dotarsi di un’attrezzatura adeguata al percorso escursionistico da affrontare”.