L'evoluzione del meteo

La situazione in Abruzzo descritta dalla metereologa Margherita Erriu

Anche se la nuova settimana sta iniziando con condizioni meteorologiche migliori rispetto al fine settimana appena trascorso, continua a resistere una certa instabilità atmosferica.

Instabilità presente in maniera lieve anche in Abruzzo, infatti sono ancora presenti nubi sparse che localmente, in special modo sul versante orientale dell’Appennino e lungo la fascia costiera, potranno portare precipitazioni perlopiù deboli, che potranno assumere carattere nevoso fino a bassa quota, parliamo di possibili nevicate fino a 200 o 100 metri in base all’intensità del fenomeno.

È evidente che un ulteriore crollo della quota neve sia dovuto al persistere di temperature decisamente rigide per il periodo. Ormai ci troviamo quasi 10 gradi sotto la media stagionale, con temperature che anche durante le ore più calde della giornata faticheranno ad avvicinarsi ai 10 gradi su buona parte della regione.

Per quanto riguarda i venti continueranno ad essere perlopiù moderati con locali rinforzi e possibili raffiche di burrasca lungo le creste appenniniche. Soffieranno dai quadranti settentrionali, saranno quindi venti freddi e porteranno ancora mare molto mosso lungo tutto il litorale.

Per domani ci aspettiamo una situazione meteorologica sostanzialmente invariata, con nubi sparse che si alterneranno a temporanei spazi di sereno, con ancora possibili locali nevicate, più probabili sulla fascia centrale appenninica, e con temperature in ulteriore lieve calo.