Colonnella

Licenziati i lavoratori dell'ATR

Tutti a casa i 64 dipendenti. Si chiude nel peggiore dei modi la vertenza della storica fabbrica della Val Vibrata. Da giugno scatterà il licenziamento collettivo. Delusione, rabbia, amarezza nei volti di sindacati e lavoratori

"La delicatissima situazione aziendale non consente di percorrere soluzioni alternative al licenziamento di tutti i dipendenti". E' l'ultimo passaggio del verbale che decreta, definitivamente, la morte di ATR, l'azienda di Colonnella. Tutti e 65 i dipendenti dello storico gruppo vibratiano sono stati licenziati. Da giugno scatterà il licenziamento collettivo, secondo la legge 223 del 1991. Stamane c'è stata la firma del verbale dell'accordo sindacale presso la sede di Confindustria Teramo tra i curatori della fallimento dell'ATR Group srl e i rappresentanti sindacali di Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil, rispettivamente Marco Boccanera, Natascia Innamorati e Gianluca Di Girolamo. "E' tutto finito" hanno commentato a caldo, con la voce rotta dall'amarezza, dalla delusione, dalla rabbia. Mai quanto quella di chi resta senza lavoro. E sono 65 persone. E con loro 65 famiglie.