Ortona: partita la motonave Sabina

Ha lasciato da poco il porto di Ortona la motonave Ns Sabina, ferma da diversi giorni al porto e diretta a Temryuk, in Russia, dopo l’incendio sviluppatosi nella stiva.

Ha lasciato da poco il porto di Ortona la motonave Ns Sabina, ferma da diversi giorni al porto e diretta a Temryuk, in Russia, dopo l’incendio sviluppatosi nella stiva. In un primo momento erano  state riscontrate violazioni di una serie di norme inerenti alla condizione di lavoro a bordo da parte dell’equipaggio. Lo aveva reso noto la guardia costiera che in questi giorni stava continuando i controlli ispettivi a bordo della nave battente bandiera panamense, verso il cui comando  era stata emessa la nota di detenzione. La vicenda ha avuto origine a seguito del principio di incendio, sviluppatosi nella stiva poppiera della nave, il cui innesco, sulla base delle prime ricostruzioni effettuate, sembrerebbe da imputare ad un non corretto utilizzo delle fonti termiche consistenti nel fissaggio di stopperse d-rings per il rizzaggio del carico (circa 60 pezzi) sui boccaporti e all’interno della stiva.