Com'era Chieti 300 anni fa

Chieti e l'Abruzzo Citeriore nel Settecento in un libro di Aurelio Bigi, cultore della storia teatina

Un salto indietro nel tempo. Com'era Chieti è più di 300 anni fa. Lo racconta Aurelio Bigi, cultore della storia teatina ed ex commissario del Teatro Marrucino nel libro "Chieti e l'Abruzzo Citeriore nel Settecento".

Dal libro emerge il quadro economico e sociale della città di tre secoli fa. Nel 1732 i residenti a Chieti erano quasi diecimila. Più di mille erano agricoltori e allevatori, 583 artigiani. In città c'erano 266 tra preti e  suore. I nobili e i benestanti erano 114.