Parole d'autore

Le stragi nazifasciste raccontate ai ragazzi

Nel libro "Terra bruciata" Roberto Melchiorre ricostruisce le stragi nazifasciste in Italia tra l'estate del 1943 e la tarda primavera del 1945

Migliaia di persone furono vittime delle stragi nazifasciste in Italia tra l'estate del 1943 e la tarda primavera del 1945. Per la maggior parte erano vecchi, donne e bambini. Trasmettere la memoria di quella stagione ai giovani, ricordare gli episodi più cruenti dell'accanimento contro la popolazione civile è un dovere. Roberto Melchiorre, scrittore e docente racconta le stragi nazifasciste ai ragazzi nel libro "Terra bruciata".  


Una riflessione sul ruolo delle donne nel saggio "Quale futuro. Una società con i tempi al femminile". Anna Colaiacovo, consulente filosofica e Luigi Collevecchio, docente di italiano e storia ricostruiscono il lungo processo per la conquista dei diritti e delle pari opportunità. Si interrogano sul futuro evidenziando la necessità di cambiamenti concreti nell'organizzazione della società a partire dalla gestione dei tempi.


Costruire un dialogo con le diverse comunità rom per superare diffidenze e combattere stereotipi. E' l'obiettivo di una nuova collana di studi a cura di Santino Spinelli, (in arte Alexian), musicista, scrittore e docente universitario. "Romanò Barvalipen", "Ricchezza della popolazione romani" è il titolo del primo libro che raccoglie contributi sulla lingua e la cultura dei rom.