David, "abruzzese" d'adozione

Rumiz ricorda Sassoli

Le parole del giornalista e scrittore Paolo Rumiz in occasione della presentazione dell'ultimo libro di David Sassoli "La saggezza e l'audacia - Discorsi per l'Italia e per l'Europa" al Teatro Quirino di Roma ad un anno dalla scomparsa

Commovente il discorso di Paolo Rumiz in occasione della commemorazione di David Sassoli al Quirino di Roma. Sassoli veniva spesso in Abruzzo. Sua moglie Alessandra Vittorini era stata a capo della Sovrintendenza delle Belle Arti durante la ricostruzione post terremoto.  

“Sassoli non avrebbe mai tollerato la corruzione, credeva nella potenza della democrazia europea, ma sapeva anche che è fragile e va protetta. Inoltre non tollerava la corruzione e oggi avrebbe lottato con tutte le sue forze per l’onestà”. Così la presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, nel corso dell’evento dedicato all’uscita del libro “La saggezza e l’audacia” di David Sassoli.

Presenti anche il segretario del Pd Enrico Letta, il già presidente del Consiglio, già presidente della Commissione europea Romano Prodi, e gli autori del libro Paolo Rumiz e Claudio Sardo moderati dalla giornalista Lucia Annunziata.

Tra il pubblico, tra i tanti, i ministri degli Esteri Antonio Tajani e il ministro per gli Affari europei, il Sud, le politiche di coesione e il Pnrr Raffaele Fitto.