Parole d'autore

La saga di una famiglia della pasta

Una storia ambientata in Abruzzo legata ad un antico mulino trasformato in pastificio agli inizi del Novecento

La storia di una famiglia legata un antico mulino ai piedi della Maiella trasformato in un pastificio agli inizi del Novecento nel romanzo "Fichi di marzo". E' l'esordio di Kristine Maria Rapino che è stata finalista del Premio letterario Rai "La Giara".

 La modernità mette in crisi la compattezza del nucleo familiare. La morte improvvisa di Giordano Guerrieri, titolare del pastificio, padre di tre figli è lo snodo della narrazione.