Sicilia

Cronaca

I migranti del Cara di Mineo bloccano la Catania-Gela per protesta

In centinaia sulla strada statale questa mattina per alcune ore hanno manifestato contro i tagli nei servizi all'interno della struttura e nei trasporti

Protesta rientrata, trovato accordo - Credits © Tgr

Questa mattina per alcune ore diverse centinaia di migranti ospiti del Cara, il Centro accoglienza richiedenti asilo di Mineo, hanno bloccato la strada statale 417 Catania-Gela per protestare contro i tagli nei servizi all'interno della struttura e nei trasporti. Tra loro anche circa 80 extracomunitari che hanno ottenuto il regolare permesso di soggiorno e dovrebbero lasciare la struttura, che ospita circa 1.500 persone, ma che si rifiutano di andare via senza avere i soldi per il viaggio. Un partecipante alla protesta esibiva un cartello con la scritta: "Siamo migranti, non criminali. Chiediamo documenti, aiutateci con i biglietti. Potremo essere buoni per l’Italia". La strada è stata chiusa al traffico. Altre decine di extracomunitari hanno presidiato anche la attigua strada statale 385 che collega Catania e Palagonia. Sul posto polizia e Carabinieri. In tarda mattinata un accordo è stato raggiunto con i responsabili del Cara sui motivi della protesta, e i migranti starebbero rientrando nel centro.

Il tuo browser non supporta video HTML5