Basilicata
15 Ottobre 2021 Aggiornato alle 19:58
Cronaca

Coronavirus, lo screening arriva sulle spiagge

Prosegue la campagna lanciata da uno stabilimento balneare di Scanzano Jonico. Oggi 28 i nuovi positivi su 602 tamponi molecolari processati. Focus sui non vaccinati tra il personale scolastico
di Eleonora Cesareo
Credits © Tgr Basilicata Un momento dello screening a Scanzano Jonico
Un momento dello screening a Scanzano Jonico
Ventotto i positivi registrati in Basilicata nelle ultime 24 ore su 602 tamponi processati
I guariti sono 12, ma crescono i ricoveri: l'ultimo aggiornamento ne registra due in più, portando il totale a 24, quindici al  San Carlo di Potenza e otto al Madonna delle Grazie di Matera.
Stabile il dato delle terapie intensive, fermo a un solo paziente ricoverato a  Potenza e non si registra alcun decesso.
Guardando ai dati dei singoli comuni, spicca ancora Bernalda, dove ci sono cinque nuove positività. Al momento, oltre cinquanta i casi nel territorio. Non si segnalano, invece, nuovi contagi negli altri centri interessati dai focolai degli ultimi giorni. 
E si continua con il tracciamento. Buona la risposta all'iniziativa lanciata da uno stabilimento balneare di Scanzano Jonico di offrire tamponi gratuiti a bagnanti e turisti.
Ieri, nella prima giornata di screening, effettuato dal personale dell'Asm, una trentina  i tamponi effettuati. Molto più alta la richiesta per oggi, con un'utenza varia per provenienza ed età.
Intanto, sul fronte vaccinazioni, è la fascia degli over settanta quella maggiormente coperta in Basilicata. 
Sono sotto il 7% quelli che non hanno ricevuto ancora alcuna dose. Il dato sfiora il 12% per gli over 80 e il 15% per gli over 60. Cresce al 21% per i cinquantenni e al 40% per la fascia 16-19 anni.
Schizza poi al 73% per i giovanissimi tra i 12 e i 15 anni.
Il report settimanale del Commissario Figliuolo si sofferma anche sul personale scolastico: l'11,57% è completamente scoperto. Fino al 20 agosto, le Regioni avranno tempo per fare il quadro della situazione, soprattutto dopo l'introduzione del certificato verde obbligatorio nella scuola, e cercare di convincere dubbiosi e resistenti. 

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca