Basilicata
18 Ottobre 2021 Aggiornato alle 19:46
Cronaca

Coronavirus, mascherine all'aperto anche ad Episcopia

Analogo obbligo a Maratea, Viggianello, Senise e Rotonda. Arriva a 39 il numero dei ricoverati in regione, 2 pazienti in intensiva
Credits © TGR Basilicata Una veduta di Episcopia
Una veduta di Episcopia
Episcopia si aggiunge ai Comuni in cui, a causa della diffusione del contagio, l'amministrazione ha stabilito l'obbligo dell'uso della mascherina all'aperto fino al prossimo 31 agosto.
Nel paese c'è ancora apprensione per il focolaio che da alcuni giorni sta mantenendo in isolamento diverse famiglie. 
Gli altri Comuni in cui è in vigore l'obbligo della mascherina all'aperto sono Maratea, Viggianello, Senise e Rotonda.
Sul fronte del contrasto alla pandemia, la Basilicata ha registrato una nuova giornata senza decessi. In lieve calo il dato dei positivi di giornata, con 45 nuovi contagiati, a fronte di un numero inferiore di tamponi processati rispetto al giorno precedente, 931 contro i 1166 di ieri.
Il bollettino diramato della task force regionale parla di 30 guariti, 39 ricoverati, di cui 2 in terapia intensiva. 
Nel frattempo, prosegue il tracciamento. A Senise, dove ieri sono state riscontrate due nuove positività a fronte di oltre 150 tamponi effettuati, va avanti lo screening sulla popolazione. I controlli si concentrano sui contatti delle 54 persone attualmente positive, per la maggior parte giovani e giovanissimi. Di questi solo 6 hanno completato il ciclo vaccinale, 16 hanno ricevuto solo una dose, i restati non sono vaccinati. Tutti si trovano in isolamento fiduciario.
Ancora sotto controllo la situazione a Venosa, dove gli attuali positivi sono 27 su 11mila e 700 abitanti. Una persona di 50 anni è ricoverata al San Carlo di Potenza, ma le sue condizioni sono in via di miglioramento.
«A causare l'aumento dei contagi - spiega la sindaca di Venosa, Marianna Iovanni - sono state delle feste private svoltesi un mese fa e i rientri dalle vacanze estive. Ma i casi si isolano subito e con facilità».
Quanto ai vaccini, proseguirà fino a lunedì il lavoro dei team mobili dell'esercito con le somministrazioni ai lavoratori migranti e richiedenti asilo.

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca