Basilicata
21 Settembre 2021 Aggiornato alle 19:48
Cronaca

Incidente sul lavoro

Genzano: travolto da un macchinario, morto un operaio di 39 anni

E' successo in uno stabilimento che produce laterizi sulla strada per Spinazzola. Inutile il trasporto in elisoccorso al San Carlo
Credits © Tgr Basilicata Carabinieri indagano sull'incidente sul lavoro
Carabinieri indagano sull'incidente sul lavoro
Un uomo di 39 anni, Mino Tritto, è morto a causa di un incidente avvenuto alla Scianatico Laterizi, situata su una strada che porta a Spinazzola, in Puglia. Indagini dei carabinieri in corso per chiarire la dinamica. L'operaio sia stato travolto da un macchinario durante le operazione di manutenzione. Tritto, originario di Gravina, lascia moglie e tre figli: lavorava per una ditta esterna. L'uomo è stato portato in elisoccorso al San Carlo di Potenza, dove è morto dopo qualche ora.

Per il segretario generale della Cisl Basilicata Vincenzo Cavallo "è inaccettabile la tragica sequenza di infortuni mortali nella nostra regione. Serve una sferzata decisa nei controlli". "Va risolta la carenza strutturale del personale ispettivo che nel 2020 in Basilicata si è ridotto del 20 per cento, un dato che conferma come nella nostra regione, al netto dei proclami, non solo non si investe in sicurezza ma si disinveste, con i risultati che sono sotto gli occhi di tutti” aggiunge Cavallo. 

"Serve un piano nazionale con specifici riferimenti territoriali per aggiornare i Protocolli sulla sicurezza sottoscritti lo scorso anno con il Governo, anche introducendo due capitoli riferiti ai lavoratori fragili e alla formazione. Tutto questo con una specifica attenzione per i comparti fabbriche e costruzioni che si confermano quelli con maggior numero di morti ed incidenti" commenta la Uil Basilicata in una nota. 

"Come si può morire mentre si fa manutenzione con una macchina in movimento?" scrivono in un comunicato congiunto il segretario generale della Fillea Cgil Basilicata, Fernando Mega, e il segretario provinciale della Fillea Cgil Potenza, Michele Palma: "Si sfida la sorte o si esasperano le condizioni della  produttività, pur di non fermare la macchina per il tempo necessario per manutenzionarla, correndo il rischio che un'operazione ordinaria si trasformi in una tragedia immane?".
   

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca