Basilicata
08 Dicembre 2021 Aggiornato alle 14:28
Ambiente

Bonus gas, compatto il fronte dei sindaci per il rinnovo

Dopo la riunione dei primi cittadini, confermata la richiesta al tavolo in Regione con Eni e Shell
Credits © TGR Il Cova di Viggiano
Il Cova di Viggiano
Il fronte dei dieci Comuni della Val d'Agri più Calvello ha confermato ad Eni e Shell la richiesta del rinnovo dell'accordo sul bonus gas. Dopo la riunione preparatoria della conferenza dei sindaci, si è tenuto a via Verrastro un tavolo con le compagnie petrolifere e la Regione Basilicata. 

Eni ha però fatto notare di aver da poco firmato con la Regione l'accordo decennale sulle royalties, in cui è stato per la prima volta inserito anche il gas. Per questo l'ulteriore spesa del bonus dedicato ai Comuni non era stata preventivata.  

Ferma, in risposta, la posizione dei sindaci, spalleggiati da via Verrastro.  Siglato cinque anni fa con Eni e Shell, il primo accordo sul gas - quantificato in 17 milioni di metri cubi, pari a circa 4 milioni di euro versati ai Comuni interessati dalle estrazioni - ha permesso di restituire circa 2.500 euro a famiglia. Non uno sconto in bolletta, ma un ristoro dovuto - questa la posizione condivisa - visto l'importante contributo che l'area fornisce all'intero territorio nazionale in termini energetici, con importanti ricadute ambientali. 

Nella prossima settimana sono attesi nuovi incontri. Ma sindaci e Regione sull'esito della trattativa ribadiscono di non volersi accontentare di un esito diverso dal rinnovo.

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Ambiente