Basilicata
08 Dicembre 2021 Aggiornato alle 13:43
Economia & Lavoro

Operatori di produzione, Total annulla la selezione

Dopo le polemiche, la multinazionale accoglie la richiesta di sindacati, sindaci e Regione
Credits © Ufficio Stampa Regione Basilicata cupparo tavolo trasparenza total
cupparo tavolo trasparenza total
Annullata la selezione della Total per 20 operatori di produzione da impiegare a Tempa Rossa. E' quanto emerso dal Tavolo della Trasparenza riunito questa mattina. Accolte le richieste di sindacati, sindaci e Regione. "Sarà rifatta la prova tecnica, in una sola giornata, a cui potranno accedere nuovamente tutti i 116 partecipanti", afferma Emanuele De Nicola, della Cgil di Potenza. "Nella commissione - aggiunge -  ci sarà anche un funzionario del tavolo della trasparenza in rappresentanza della Regione, che vigilerà su quanto definito al tavolo e stabilito dal Patto di Sito".

Adesso – aggiunge Cupparo – "Dobbiamo quanto più rapidamente possibile definire l'Addendum al Protocollo di Intesa Regione-Total-Comuni-parti sociali, strumento indispensabile specie in materia di appalti e subappalti e che la Giunta, dopo la condivisione di tutti, dovrà approvare”, ha affermato l'assessore alle attività produttive Franco Cupparo, che ha presieduto il Tavolo. Cupparo ha reso noto che incontrerà i dirigenti della Shell e riferirà al Presidente Bardi sulle prime conclusioni dei lavori del Tavolo e gli impegni sull'investimento da 25 milioni di euro per attività di sviluppo e nuova occupazione. "Ci sono Progetti come quello del Centro Droni a Stigliano che registra ritardi e per il quale sollecitiamo l'accelerazione sia per la costruzione dello stabilimento che per programmare i corsi di formazione della manodopera necessaria oltre che per favorire la filiera dell"indotto", si legga in una nota.
Oltre ai rappresentanti della Regione, sindaci, sindacati e dirigenti Total, presenti al Tavolo anche Confindustria, Confapi Potenza e Matera.

In serata la nota del Comitato che riunisce 14 dei selezionati: "Oltre alla beffa anche il danno. Dopo aver subito nei giorni scorsi una campagna ai limiti della diffamazione e aver letto sulla stampa di procedure non aderenti a uno Stato di diritto apprendiamo da canali non istituzionali e non ufficiali che la selezione formativa indetta dalla Total ‘sarà ripetuta". - scrivono, aggiungendo - "Ci vediamo costretti a presentare una diffida legale a voler procedere alla ripetizione della selezione. Qualora ciò avvenisse saremo anche costretti ad adire la competente magistratura, civile e penale, per la giusta tutela dei diritti ed interessi degli ammessi".

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Economia & Lavoro