Basilicata
16 Maggio 2022 Aggiornato alle 20:00
Economia & Lavoro

Stellantis, dal 24 gennaio due turni di lavoro in più

L'annuncio dei vertici aziendali in una riunione con i sindacati
Credits © Ansa Stellantis Melfi
Stellantis Melfi
Due turni in più di lavoro a partire da lunedì 24 gennaio. Lo ha annunciato ai sindacati la direzione Stellantis di Melfi. Nello stabilimento di San Nicola si passerà così dai 15 turni attuali a 17, grazie all'arrivo di forniture di semiconduttori. Coinvolti tutti i reparti della fabbrica (montaggio, lastratura, verniciatura, stampaggio). Gli operai in cassa integrazione a rotazione si ridurranno di 700 unità, passando da 1.500 a 800. 

Di "segnale positivo" parlano i sindacati. "L'aumento della produzione porterà alla riduzione dell'utilizzo degli ammortizzatori sociali e dell'esubero all'interno della fabbrica", sostiene la Uilm che ha salutato con soddisfazione la notizia. "Questo incremento produttivo conferma la centralità dello stabilimento di Melfi e consentirà di dare risposte a tutto l'indotto", commenta il segretario regionale del sindacato Marco Lomio, tornando a invocare maggiore attenzione del Governo per tutto il settore automotive sul tema della transizione all'elettrico.
"La crisi dei chip non è passata, ma la notizia che l'azienda dia priorità allo stabilimento di Melfi ci permette di intravedere la luce in fondo al tunnel", commenta Pasquale Capocasale di Fismic Confsal.
Gaetano Ricotta della Fiom Cgil chiede che l'azienda faccia chiarezza sulla tenuta delle forniture, "altrimenti c'è il rischio di nuovi stop". 
Cruciale, per Gerardo Evangelista della Fim Cisl, che Stellantis garantisca a tutti gli operai pari salario, attraverso un'equa ed effettiva rotazione dei turni.

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Economia & Lavoro