Basilicata
24 Maggio 2022 Aggiornato alle 18:18
Cronaca

Tamponi e tracciamento, dalla Regione nuove regole

Stop ai tamponi molecolari di conferma. Ai Comuni i test per lo screening sulla popolazione scolastica
Credits © cc
Nuove regole per i tamponi molecolari e il tracciamento in Basilicata. Nell'ultima riunione tra il presidente della Regione, Vito Bardi, l'Assessore alla Sanità, Rocco Leone, il direttore generale del dipartimento e i rappresentanti di Aziende Sanitarie, Anci e Unione delle Province, è stata rivista la modalità di accesso ai tamponi molecolari.
In particolare, per i cittadini che si sono sottoposti a tampone antigenico non sarà necessario il tampone molecolare di conferma, sia in caso di risultato negativo che positivo. Sarà possibile prenotare il tampone molecolare solo trascorsi 15 giorni da quello antigenico, il cui referto sarà trasmesso all'Azienda sanitaria di riferimento. Una decisione per adeguarsi alle ultime direttive del Governo.
I cittadini possono fare un tampone molecolare presso le strutture pubbliche se disposto dell'Asl nell'ambito del tracciamento dei contatti di persone positive; possono prenotare autonomamente sulla piattaforma regionale un tampone molecolare a condizione che non abbiano fatto l'antigenico da meno di 15 giorni.

Ripristinata la Piattaforma regionale tamponi, prevedendo l'accesso di nuovo anche ai Sindaci, dopo i problemi dei giorni scorsi, che - fa sapere la Regione - sono oggetto di indagine interna per accertare eventuali abusi.

La Regione – tramite le aziende sanitarie - ha messo a disposizione dei Comuni, già nella giornata odierna, i tamponi richiesti per la campagna di screening nelle scuole in vista della riapertura. La somministrazione sarà a carico dei Comuni. Sulla data del ritorno in aula, via Verrastro ha pronta un'ordinanza per fissare il rientro a lunedì 10 gennaio. L'emanazione è però subordinata alle decisioni che prenderà in serata il Governo.
 

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca