Basilicata
05 Luglio 2022 Aggiornato alle 19:47
Economia & Lavoro

Total, pozzo "Gorgoglione 2" attivo nel 2023

La compagnia ha annunciato l'avvio dei lavori per la messa in produzione, prevista per i primi mesi del prossimo anno
Credits © Ansa
Entro i primi mesi del 2023 entrerà in esercizio il pozzo "Gorgoglione 2", l'unico dei 6 pozzi della Concessione "Gorgoglione" non ancora attivo. Lo fa sapere Total, annunciando di aver avviato i lavori propedeutici alla messa in produzione. Una prima perforazione era stata fatta nel 2012, ma per problemi di ostruzione, dal giacimento finora non si è mai estratto. 
Durante i lavori sarà eretta una torre di perforazione alta 30 metri, che dovrebbe essere installata dalla seconda metà di luglio e sarà poi smontata al termine delle attività. Servirà per arrivare in profondità, dove sarà realizzato un bypass necessario per ripristinare il collegamento tra il pozzo esistente e il giacimento petrolifero. 
​Le operazioni "saranno gestite con le più evolute tecnologie e secondo i più avanzati standard di sicurezza", assicura Total, specificando che durante tutto il periodo in cui sarà attivo il cantiere, i parametri di acqua, aria e  suolo (le cosiddette matrici ambientali) saranno costantemente monitorate dalle centraline presenti sul territorio e da un ulteriore presidio mobile appositamente installato in prossimità del pozzo. 
Dal solo "Gorgoglione 2", la compagnia stima una produzione giornaliera di circa 7 mila barili di greggio, oltre gas e Gpl.
 

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Economia & Lavoro