Bolzano
15 Ottobre 2019 Aggiornato alle 05:04
Cronaca

Tentata rapina alla gioielleria Gstader di Bressanone, un arresto

Un uomo armato di pistola giocattolo si è introdotto nel negozio di via Bastioni Maggiori, in pieno centro, e ha messo le mani al collo della titolare, che è finita all'ospedale. In fuga senza il bottino, è stato fermato da un negoziante vicino
Credits © TGR La gioielleria Gstader a Bressanone
La gioielleria Gstader a Bressanone
Intorno alle 10.30 si è verificata una tentata rapina nella gioielleria Gstader di Bressanone. Un lituano di circa 40 anni è entrato nel negozio con una pistola finta e ha minacciato la titolare. Ne è seguita una colluttazione con la donna, che ha riportato lesioni lievi al collo e al corpo. In quel momento non ci sarebbero stati clienti.
Una commessa del panificio Gasser adiacente stava guardando le vetrine con la madre, si è accorta dall'esterno che qualcosa non andava e ha richiamato l'attenzione del suo titolare, Christian Gasser, che stava arrivando con un furgoncino. In quel momento il rapinatore è uscito. Dopo 50 metri di fuga ha urtato una signora e Gasser è riuscito a bloccarlo. Il panettiere non si era accorto della pistola, che è caduta a terra. Subito dopo è arrivato un barista a dar man forte. E si è creato un capannello di una decina di persone per tenere fermo il malvivente, che non ha opposto resistenza fino all'arrivo della polizia.
La titolare della gioielleria era sotto choc, aveva sangue sul volto, ma ripeteva di non aver bisogno dell'ambulanza che è comunque arrivata.
Le indagini continuano per capire se avesse complici.

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca